Militari, 'legge marziale a Yangon dopo aggressione a cinesi'

(ANSA) - ROMA, 14 MAR - E' salito ad almeno 21 il bilancio dei manifestanti uccisi oggi dalle forze di sicurezza in Birmania. Lo scrive la Bbc, che cita fonti e media locali. A Yangon, la principale città del Paese, nel quartiere di Hlaing Tharyar è stato aperto il fuoco su dei dimostranti che affrontavano la polizia con coltelli e bastoni, scrive Bbc.

I militari, tornati al potere con un colpo di stato il 1 di febbraio, affermano di aver instaurato oggi la legge marziale in due aree di Yangon dopo che la folla avrebbe aggredito uomini d'affari cinesi. Uno dei leit motiv dell'opposizione di piazza è la convinzione che la Cina appoggi i militari golpisti. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.