Emissario Onu, 'è bagno di sangue, mondo stia con il popolo'

(ANSA) - YANGON, 15 MAR - La giunta militare birmana ha dichiarato la legge marziale in due municipalità della sua città più grande Yangon, mentre almeno 18 manifestanti sono stati uccisi nel Paese in uno dei giorni con più vittime da quando la Birmania è tornata sotto il dominio militare.

La giunta "conferisce potere di legge marziale amministrativa e giudiziaria al comandante regionale di Yangon per garantire la sicurezza, mantenere lo stato di diritto e la tranquillità in modo più efficace", ha detto un annunciatore di Stato in televisione.

L'emissario dell'Onu per la Birmania, Christine Schraner Burgener, denuncia il "bagno di sangue" in corso nel paese e chiede alla "comunità internazionale, e soprattutto agli attori della regione, di unirsi in solidarietà della popolazione birmana e delle sue aspirazioni democratiche". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.