11enne era stato rinchiuso e maltrattato in casa ad Arzachena

(ANSA) - SASSARI, 18 MAR - La sezione staccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari ha confermato la condanna a otto anni inflitta lo scorso 22 giugno dal gup di Tempio Pausania Marco Contu ai genitori e alla zia del bambino di Arzachena di 11 anni, segregato e maltrattato nella villetta di famiglia, nelle campagne vicine alla cittadina gallurese.

La corte presieduta dal giudice Salvatore Marinaro e composta dalle giudici Marina Capitta e Maria Grixoni ha respinto l'impugnazione della sentenza che aveva stabilito con rito abbreviato una condanna a otto anni per i tre.

Gli avvocati della difesa - Marzio Altana, Alberto Sechi e Angelo Merlini - avevano chiesto alla Corte d'appello un'attenuazione della pena alla luce del fatto che i tre avevano collaborato con gli inquirenti e avevano ammesso le loro colpe, richiedendo dunque il riconoscimento delle attenuanti generiche non concesse dal gup nella sentenza di primo grado.

Ma i giudici di secondo grado, accogliendo la richiesta della Procura generale, hanno confermato gli otto anni di pena per i genitori e la zia della vittima. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.