Oristano

C’erano le ordinanze da rispettare: ecco com’è andata a Oristano

Sono tre i ragazzi che ieri sera hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale San Martino di Oristano in seguito all’eccessiva assunzione di alcolici. Sembra siano tutti minorenni.

Stesso problema, comunque, per  un adulto, finito anche lui in ospedale.

Nonostante le raccomandazioni della vigilia, vista anche l’emergenza sanitaria in cui ci troviamo, c’è chi è andato oltre nel fare baldoria la domenica di carnevale.  Ma va pure  detto che rispetto agli anni passati il fenomeno è stato decisamente  più contenuto.

Si spera che situazioni analoghe non si ripetano  nella giornata di oggi e neppure in quella di domani.

Ieri sera  quasi 200 ragazzi si erano ritrovati nel piazzale Aldo Moro, tra il liceo classico e il palazzo di giustizia. Intorno alle 19 l’allarme per una ragazza che si era sentita male. Sul posto subito l’ambulanza del servizio 118 che con l’equipe medica ha prestato assistenza senza che si rendesse necessario il trasporto in ospedale.

Diversamente è andata per  altri tre ragazzi.

Nell’insieme, comunque, il bilancio sull’ordine pubblico, si è chiuso positivamente, secondo la questura. Il portavoce  Michele Chessa ha confermato che non si sono registrati incidenti o episodi di cronaca sia durate che dopo la manifestazione.

“Anche quest’anno abbiamo predisposto appositi servizi di controllo tra i giovani che si sono ritrovati nel piazzale del tribunale”, ha spiega il questore di Oristano Giuseppe Giardina, “ma come si può impedire a chi vuol farsi del male di procurarselo? In caso di minorenni coinvolti, i genitori potrebbero essere chiamati alle proprie responsabilità”.

Detto dell’ordine pubblico, resta, invece, il capitolo dolente delle regole disposte con ordinanza dal sindaco Andrea Lutzu per  evitare il contagio da coronavirus. Regole che recepivano le direttive del prefetto Fabrizio Stelo circa l’uso obbligatorio della mascherina nelle aree teatro della Sartiglia in versione ridotta.

E’ sufficiente guardare le immagini della manifestazione per rendersi conto che in troppi non hanno indossato la mascherina. Abbiamo, comunque, verificato sul posto.

Nell’area esterna alla vestizione su un campione di  100 persone ne sono state contate 70 senza mascherina e 30 con la mascherina ffp2. Controlli, praticamente nessuno, neppure dalle forze dell’ordine presenti, nonostante ci fosse da rispettare un’ordinanza.

In via Duomo, invece, le cose sono andate diversamente: su un campione di 100 persone quasi 80 avevano la mascherina e  20 non la indossavano. Qui hanno operato anche i volontari e  va dato atto che lo stesso direttore tecnico della Fondazione Sartiglia, Filippo Uras, ha richiamato diversi presenti, chiedendo di  indossare la mascherina.

C’è da augurarsi che oggi  e domani ci si organizzi meglio e vada anche meglio.

Lunedì, 28 febbraio 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.