“Oltre il 99% degli insegnanti italiani è vaccinato e li ringrazio perché questo è un segnale di grande responsabilità da parte dei nostri docenti. Gli studenti positivi? Sono circa il 4,5% del totale, in quarantena o in didattica a distanza”. Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, in conferenza stampa con il premier Mario Draghi ripete come un mantra quella che è diventata la linea del governo senza mai tentennamenti: le lezioni si fanno in presenza, le scuole devono riaprire e il ricorso alla dad si fa solo in caso di necessità. E proprio questo, è stato più volte ribadito, segna le distanze col recente passato: la scuola, dicono Draghi e i suoi ministri, sarà l’ultima a essere chiusa, solo se estremamente necessario e inevitabile. Sulla stessa linea il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli: “La didattica a distanza crea enormi danni socio affettivi”. E ha poi specificato: “All’interno del Cts non c’è mai stata una posizione che non fosse di tutela e supporto alla scuola”.

L'articolo Bianchi: “Oltre il 99% degli insegnanti è vaccinato e il 4,5% degli studenti è in dad o quarantena” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.