Hanno detto “sì” alle 12:10. Christian Solinas e Madga De Miranda si sono sposati davanti all’arcivescovo Giuseppe Baturi e 250 invitati super selezionati in una basilica di Bonaria a Cagliari totalmente blindata. Felici, lo sposo e la sposa, accolti all’uscita da una pioggia di chicchi di riso e dalla mamma del presidente, Marinella Deidda, che ha rotto il piatto pieno di monete, petali di rosa e caramelle, come vuole la tradizione: “E ora tutti a fare il tampone”, dice scherzosamente Solinas mentre riceve un augurio e un abbraccio dopo l’altro, prima della foto di gruppo. Ci sono i parenti suoi e della sposa, gli amici di sempre e quelli con i quali, negli anni, è riuscito ad instaurare un rapporto non solo politico, ma anche di amicizia. La lista dei “vip politici” è lunga: Giorgio Oppi, Mario Nieddu, Andrea Buancareddu, Gianni Chessa, Lina Lunesu, Giorgio Todde. E la lista, lunga, rischia di essere chilometrica.Christian Solinas e Magda De Miranda si sono già diretti al pranzo di nozze, organizzato al convento San Giuseppe a Cagliari. Lì, per entrare, oltre a essere in lista trapela che sia anche necessario effettuare un tampone rapido, per la sicurezza di tutti.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.