Bosa

Alcune soluzioni tecniche eviteranno interruzioni del servizio durante i lavori di Abbanoa

Proseguono gli interventi di efficientamento dell’acquedotto al servizio di Bosa e delle sue borgate. I tecnici di Abbanoa sono a lavoro per rimettere a nuovo un altro importante tratto del sistema idrico cittadino. Il cantiere riguarda l’attraversamento del fiume Temo e un tratto di condotta che alimenta Bosa Marina.

Il finanziamento utilizzato è di mezzo milione di euro: i fondi provengono dai finanziamenti Cipe 79 che Abbanoa aveva ottenuto come premialità per gli obiettivi raggiunti nel Servizio idrico integrato.

L’attraversamento fluviale. Il piano d’intervento approntato dai tecnici del gestore idrico prevede due distinti lavori. Per quanto riguarda l’attraversamento fluviale, considerata la particolarità della condotta in subalveo, si procederà con l’innovativa tecnica del relining, che consiste con l’inserimento nella vecchia tubatura (che sarà utilizzata come un tunnel) di una nuova condotta realizzata con una guaina flessibile, di materiale ultraresistente. Per effettuare l’inserimento della guaina, lunedì prossimo – 31 gennaio – i tecnici di Abbanoa procederanno all’attivazione di un by-pass temporaneo della condotta sotto il Temo che consentirà di garantire il servizio durante i lavori.

Nelle scorse settimane sono stati montati già i pezzi speciali ai quali agganciare le tubature nei due pozzetti presenti nella sponda destra e sinistra del fiume. Durante le operazioni di attivazione del by-pass l’erogazione all’utenza di Bosa Marina sarà garantita dalle scorte presenti nel serbatoio. Eventuali cali di pressione potrebbero verificarsi nel pomeriggio.

Bosa Marina. Il secondo intervento previsto nel progetto riguarda il rifacimento di un tratto della condotta che dall’attraversamento fluviale collega la borgata marina. Le vecchie tubature saranno sostituite integralmente con nuove in ghisa sferoidale del diametro di 300 millimetri. Complessivamente l’intervento consentirà di rimettere a nuovo circa mezzo chilometro di condotta dell’acquedotto cittadino.

Acquedotto risanato. Negli ultimi anni il sistema idrico di Bosa è stato interessato da una serie importante di interventi che hanno consentito di superare le criticità del passato. L’acquedotto Temo, che viene alimentato dal potabilizzatore di Monteleone Roccadoria, ha visto anche diversi cantieri portati a termine sempre con la tecnica del relining che ha consentito di operare senza scavo: nessuno sbancamento, ma una grande attenzione verso l’ambiente, nel pieno rispetto del territorio. La zone attraversata è tutelata da numerosi vincoli ambientali: si tratta di un’area Sic (Sito d’interessa comunitario) e Zps (Zona di protezione speciale).

Il tratto più problematico erano i 6 chilometri dal partitore di Barrasumene alla diga di Monte Crispu. Soltanto negli ultimi anni erano stati necessari più di trenta interventi di riparazione sul vecchio acquedotto con notevoli difficoltà legate soprattutto al territorio molto impervio che rende difficile l’intervento dei mezzi pesanti. Questo uno dei motivi che aveva portato alla scelta del relining, che evita di effettuare scavi e sbancamenti.

Bosa - lavori abbanoa - mappa
La mappa dei lavori

Venerdì, 28 gennaio 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.