Baradili scommette sulle nuove imprese: due bandi comunali
Un locale e aiuti economici a chi investe. Il sindaco Zedda: “Vogliamo che l’economia riparta”

Il municipio di Baradili

Il più piccolo paese della Sardegna scommette sulle imprese: “Perché si possono aprire nuove attività e creare posti di lavoro anche in una piccola comunità di 75 abitanti”, spiega il sindaco Lino Zedda, “lo abbiamo già dimostrato con diverse realtà imprenditoriali che sono nate o che hanno scelto di trasferirsi negli ultimi anni a Baradili. Ora la nostra scommessa prosegue”.

Una scommessa affidata a un bando comunale per la concessione, in affitto, della struttura comunale “incubatore d’impresa”, da adibire a uso artigianale e commerciale. Ma c’è anche il bando per l’assegnazione di aiuti a fondo perduto alle imprese.

“Aspettiamo tante richieste”, ha aggiunto il primo cittadino di Baradili, “la ripartenza del nostro paese e del nostro territorio dopo la pandemia passa anche per queste iniziative”.

La struttura messa a disposizione è nella zona artigianale di Baradili. Al piano terra un locale laboratorio di 83 metri quadri con annessi locali di ingresso, due depositi e servizi igienici, per una superficie complessiva di 134 metri quadri. Al primo piano un locale di disimpegno con ufficio e servizi igienici, per altri 58 metri quadri.

“Vogliamo assegnare questa struttura per favorire il processo di sviluppo economico locale e fornire il nostro sostegno alle attività imprenditoriali attraverso la disponibilità di spazi ove avviare la propria attività”, ha spiegato il sindaco Zedda, “ma anche promuovere, supportare ed agevolare la nascita e la crescita di imprese, mettendo a loro disposizione idonei locali. E ancora promuovere lo sviluppo della cultura imprenditoriale, dell’occupazione e del reddito a supporto ed integrazione delle più ampie strategie di sviluppo regionale”.

Il primo cittadino ha aggiunto: “Abbiamo stabilito un canone mensile di 300 euro, oltre all’Iva se dovuta, con offerta al rialzo, considerato anche il grave periodo di crisi economica determinato anche dal Covid-19, con possibilità di rateizzare in quattro versamenti il canone annuo”.

La concessione in affitto dell’incubatore avrà la durata di sei anni e potrà essere prorogata di ulteriori sei anni. Tutti gli oneri spetteranno all’aggiudicatario, cosi come la manutenzione ordinaria dei locali e la pulizia. La manutenzione straordinaria sarà, invece, a carico dell’amministrazione comunale. Non c’è una scadenza per la presentazione delle domande. ”

Crediamo molto in quest’iniziativa”, ha aggiunto il sindaco Zedda, “la struttura si adatta a qualsiasi attività artigianale e commerciale. Imprenditori, Baradili vi aspetta”.

Un secondo bando del Comune riguarda l’assegnazione di contributi a fondo perduto, fino a un massimo di 15 mila euro a beneficiario, in favore di chi avvia o trasferisce la sede legale e operativa della propria attività artigianale a Baradili, con l’obbligo di proseguire la stessa attività per la durata minima di cinque anni. L’incentivo massimo previsto è del 50 per cento della spesa sostenuta, Iva esclusa.

Lino Zedda

“Le spese previste dal finanziamento riguardano investimenti strutturali per l’insediamento dell’attività, riferite ad adeguamento, ristrutturazione, ammodernamento dei locali”, ha elencato il primo cittadino di Baradili, “ovvero spese per l’acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei nuovi macchinari e degli impianti produttivi”.

Gli imprenditori interessati hanno tempo sino al  31 maggio. I due bandi – per l’incubatore e per gli aiuti economici alle imprese – sono entrambi disponibili assieme ai modelli di domanda nel sito internet del Comune di Baradili.

Lunedì, 10 maggio 2021

L'articolo Baradili scommette sulle nuove imprese: due bandi comunali sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.