Bando (R)esisto: 4500 domande in mezz’ora
Contributi della Regione ai lavoratori autonomi

Grande partecipazione nelle prime ore di apertura del bando (R)esisto rivolto, a partire da oggi, alle lavoratrici e ai lavoratori autonomi, senza dipendenti, residenti in Sardegna. Dopo una prima mezz’ora a rilento in cui sono arrivate contemporaneamente oltre 4500 domande, il sistema ha accolto regolarmente tutte le istanze che tuttora stanno pervenendo.

“Alla luce di questi dati possiamo esprimere soddisfazione per il buon risultato che sta riscuotendo il bando. Abbiamo colto l’esigenza reale di tutte le categorie gravemente colpite dalla crisi e stiamo intervenendo con una significativa iniezione di risorse che daranno loro ristoro. Ci aspettiamo ancora un cospicuo numero di ulteriori istanze nelle prossime ore che la Regione fin da ora si sta impegnando a soddisfare”.

Queste le parole dell’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, a commento dell’apertura del secondo termine del Fondo (R)esisto che prevede una dotazione finanziaria pari a 22 milioni e 525mila euro, non ancora interamente impegnata, a favore di lavoratrici e lavoratori titolari di partita Iva.

Giovedì, 11 febbraio 2021

L'articolo Bando (R)esisto: 4500 domande in mezz’ora sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.