Festa in famiglia con gli omaggi del sindaco

ESTERZILI. Nuova centenaria ad Esterzili, il paese della Barbagia di Seulo ubicato ai piedi del monte Santa Vittoria. Ufficialmente, secondo l’ufficio anagrafe del comune di Esterzili, è nata il 23 marzo 1921. Lei, invece, sostiene di essere nata due giorni prima. “Sono nata il 21 marzo, afferma decisa Maria Giovanna Pisu, il giorno in cui la chiesa venera San Benedetto da Norcia e inizia la primavera. Non riesco a capire perché in comune risulto nata due giorni dopo”.

La neo centenaria, primogenita degli otto figli messi al mondo da Eugenia Dessi e Elia, un allevatore, ha frequentato con profitto tutte le cinque classi della scuola elementare. “Mi piaceva studiare- racconta- Avrei voluto proseguire gli studi. Sono stata però costretta a smettere perché a Esterzili non c’era il corso di studi successivo, la scuola media inferiore. Successivamente su consiglio di mia madre sono andata a fare l’apprendista sarta dalla signora Maria Teresa Deplano, la più brava del paese. Ho appreso in breve tempo i rudimenti fondamentali del mestiere che tuttavia non ho mai esercitato pubblicamente. Mi sono, infatti, limitata ad essere. la sarta della famiglia”.

Alla fine della seconda guerra mondiale nonna Maria si è fidanzata con Giuseppe Puddu, un suo compaesano, dipendente dell’ufficio distrettuale delle imposte dirette di Cagliari, l’attuale agenzia delle entrate, che durante la guerra era stato richiamato alle armi ed era stato fatto prigioniero dagli inglesi in Abissinia. “Ci siamo sposati il 29 gennaio 1948 nella chiesa parrocchiale di San Michele a Esterzili. Il matrimonio è stato celebrato da don Giuseppe Loi. Alcuni giorni dopo il matrimonio ci siamo stabiliti a Cagliari. Di tanto in tanto, sino a quando i miei genitori sono stati in vita, ritornavo volentieri nel mio paese natio al quale mi sono sentita sempre legata. Dopo la loro morte, però, nel tempo le mie frequentazioni si sono diradate. ”Maria Giovanna Pisu ha dato alla luce quattro figli: Gianmarco (72 anni), Ezio (69), Sergio (64), Patrizia (53). Rimasta vedova nel 2003, (il marito è morto all’età di 92 anni), vive da diversi anni con la badante Ucraina Svetlana (Lucia) che insieme ai figli la accudisce amorevolmente. “Sono felice di aver raggiunto questo importante traguardo- sottolinea tzia Maria. Ho avuto il piacere di conoscere altri due ultracentenari Adolfo Puddu, nato il 31 agosto 2004 e deceduto il 6 gennaio 2009 e Zelinda Pagliero, originaria di Sadali ma esterziliese di adozione, nata il 22 ottobre 1915 e deceduta il 31 gennaio 2021, due persone adorabili e infaticabili”. Tzia Maria ha una buona memoria e tutto sommato gode di buona salute.

Per la ricorrenza i figli le hanno organizzato una festicciola casalinga alla quale hanno partecipato anche Manuela, una dei tre nipoti, col marito Carlo, e l’unica pronipote Maria che porta il suo stesso nome. A causa del covid 19 non sono potuti essere presenti gli altri due nipoti Alessandro e Francesco che sono stati tra i primi ad esternarle gli auguri dopo la sorella Adelaide (Lella, 96 anni), e i fratelli Antonio (94) e Daniele (92) e il sindaco di Esterzili Renato Melis. Ad Esterzili i più anziani sono Teresa Loi e Daniela Annamaria Melis.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.