È atteso a breve il testo ufficiale del nuovo decreto Rilancio. Tante le novità contenute nell’ultima bozza di 258 articoli che, se confermate, dovrebbero apportare particolari benefici alle famiglie e alle imprese per fronteggiare le difficoltà di questi mesi di emergenza sanitaria. La bozza è composta da 437 pagine in cui vengono spiegati ed elencati tutti gli interventi che, salvo modifiche, entreranno presto in vigore.I punti più importanti riguardano il contributo a fondo perduto per le imprese che ad aprile 2020 hanno registrato una perdita pari almeno a 2/3 rispetto ad aprile 2019; il reddito di emergenza è un’altra attesa novità ed è destinato a coloro che non percepiscono ancora nessun contributo e sono in possesso di ISEE inferiore a 15 mila euro. Il bonus baby sitter invece dovrebbe passare da 600 euro a 1200 euro. Sarebbe previsto inoltre lo smart working per i genitori dipendenti nel settore privato con uno o più figli di età inferiore ai 14 anni. Per i lavoratori stagionali si prevede un bonus di 1000 euro; 100 milioni di euro dovrebbero essere destinati al settore del turismo, anch’esso fortemente in crisi a causa del lockdown. Un’altra importante azione dovrebbe riguardare tutti gli studenti impegnati con lezioni e compiti online. Un bonus di 300 per l’acquisto di pc e abbonamenti internet per semplificare e agevolare soprattutto coloro che non hanno ancora i mezzi più idonei per partecipare attivamente nella classe virtuale. dl_rilancio

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.