Il cartello appeso nel cancello della Fiera recita: “A seguito della sospensione da parte dell’Aifa della somministrazione del vaccino anti Covid-19 della Astrazeneca, si comunica che l’attività di questo centro vaccinale riprenderà questo pomeriggio con i soggetti prenotati over ottanta”. Null’altro. Dopo lo stop del vaccino in tutta Italia, i disagi fioccano anche a Cagliari. Sin da poco dopo l’alba, infatti, decine di persone hanno raggiunto l’ingresso di via Pessagno: sms nel cellulare con data e ora prevista dell’inoculazione del vaccino e tanta voglia di essere, finalmente, vaccinati contro il virus. Ma il blocco, deciso a livello nazionale ieri pomeriggio, ha trovato molti impreparati. E così, tra docenti e personale scolastico arrivato anche da Monserrato, Sinnai e Maracalagonis, c’è chi ha protestato. Le vaccinazioni riprenderanno nel pomeriggio per i nonnini, che riceveranno un altro vaccino anti Covid. Per tutti quelli che avrebbero dovuto ricevere l’Astrazeneca, se ne riparla a data da destinarsi, sicuramente non prima di venerdì, sempre che il pronunciamento dell’Ema, l’agenzia europea per i medicinali, sia positivo.Annamaria Corda, 64 anni, è di Monserrato: “Ho ricevuto il messaggio, una persona mi ha dato il link per accedere e detto che era stato acquisito. Ho ricevuto una telefonata, mi hanno chiesto la disponibilità oraria. Ci sono i cartelli che dicono che per la comunicazione di Aifa per Astrazeneca sono sospese le vaccinazioni, ci faranno sapere. Sono un’insegnante, nessuno mi ha avvisato. Sono inquieta e perplessa, mi aspettavo che mi avvisassero con un sms”. Elena Cocco, di Sinnai, è collaboratrice scolastica nell’istituto comprensivo di Maracalagonis: “Avviso ricevuto tramite email quattro giorni fa, nella scuola dove lavoro ci sono stati dei casi e dei falsi allarmi. Mi hanno convocata per oggi alle 9:55, fuori dal cancello c’era gente, pensavo che dovessero fare la fila ma ho sentito che non avrebbero effettuato il vaccino”, racconta. “Non mi hanno detto date, solo che verremo contattati attraverso l’Ats. Non sono delusa o preoccupata, spero che al più presto inizino le vaccinazioni, dobbiamo uscire al più presto da questa pandemia, non bastano 15 giorni di lockdown”. Andrea, prof di educazione fisica al liceo cagliaritano Pacinotti: “Son passato per verificare che le notizie fossero confermate, volevo chiedere precisazioni ma non c’è nessuno con cui parlare. Ero prenotato per questo pomeriggio, spero sia un rinvio temporaneo, spero che mi richiamino: la prenotazione è saltata, mi ricontatteranno? Sono preoccupato, la dad non può funzionare, i ragazzi non riescono a fare attività sportiva. Probabilmente dovranno recuperare tutte le dosi non effettuate, si scalerà alla settimana prossima. Dico sì al vaccino per coerenza, sicurezza e tranquillità”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.