Per molte bambine e ragazze di famiglie in difficoltà gli assorbenti sono un lusso. E questo le costringe d utilizzare mezzi di fortuna come stracci e fazzoletti. In consiglio comunale arriva una proposta per distribuire gratuitamente nelle scuole cagliatane prodotti per l’igene mestruale.“Le mestruazioni rappresentano ancora oggi un tabù”, dichiara Giulia Andreozzi, consigliere comunale dei Progressisti, “ma le mestruazioni sono un tabù anche per la vergogna che accompagna molte bambine, ragazze e donne che non si possono permettere l’acquisto di assorbenti, tamponi e altri prodotti per l’igiene mestruale, tanto che devono ricorrere a mezzi di fortuna (stracci, carta igienica, fazzoletti, ecc): accade anche nel nostro paese. Si tratta di quella che viene definita “period poverty”, ovvero povertà mestruale. Ciò ha conseguenze sull’igiene e quindi sulla salute delle bambine e ragazze, che si vedono costrette, per il senso di vergogna che ciò comporta, a rinunciare alla frequenza scolastica durante il periodo mestruale”.La consigliera Andreozzi ha presentato una mozione, sottoscritta anche da Francesca Mulas, Francesca Ghirra, Anna Puddu, Marco Benucci, Matteo Massa, Rita Polo, Marzia Cilloccu, Matteo Lecis Cocco Ortu e Camilla Soru “per chiedere che il Comune di Cagliari fornisca alle scuole secondarie di primo e secondo grado assorbenti igienici e prodotti per l’igiene mestruale da distribuire gratuitamente alle studentesse che ne abbiano bisogno, perché in situazione di povertà o per esigenze contingenti momentanee (inizio inaspettato delle mestruazioni o dimenticanza degli assorbenti a casa)”.Il tema sarà discusso stasera nell’incontro organizzato da Farmacia Politica e Tocca a Noi, alle 17.30 al Bacan, nel lungomare Su Siccu.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.