Assemini, rinasce il campo di calcetto di via Oslo e lo fa con una veste completamente nuova: 1 campo da calcetto rinnovato; 3 campi da Padel costruiti ex novo; 1 nuovo campo da Basket 3vs3; 1 campo da beach volley/tennis; spazio per la palestra all’aperto, giochi per bambini e area e punto ristoro.Il vicesindaco Gianluca Mandas: “I lavori sono di inizio imminente anche perché il gestore vorrebbe quanto prima aprire. Si tratta di un intervento di riqualificazione da circa 120 mila euro. Siamo molto soddisfatti perché rientrava tra i nostri impegni programmatici. Per anni lo spazio è risultato inoperativo e spesso oggetto di atti vandalici. Con una sinergia con i privati stiamo riuscendo a riqualificare e restituire uno spazio sociale e sportivo per i cittadini. Siamo impegnati a programmare e attuare ciò che riteniamo necessario per la città lo facciamo con passione e determinazione, facciamo quello che i cittadini ci hanno chiamato a fare”.Il campo di via Oslo ha rappresentato per anni uno spazio dalle grandi potenzialità inespresse a causa dei numerosi atti vandalici e difficoltà gestionali ma a breve prenderà nuovamente vita e sarà a completa disposizione per i cittadini di tutte le età che potranno usufruire di ampi spazi per trascorrere ore all’aperto tra sport e relax. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.