Il messaggio non è sicuramente di speranza: “Si avvisa la gentile clientela che la forza fisica e morale per poter aprire con lo stesso entusiasmo è venuta a mancare. Disigius resterà chiuso Per quanto il vostro incessante aiuto non sia mai mancato, aprire facendo asporto è per noi un costo insostenibile. Francamente perdiamo meno restando a serrande chiuse. Chi mi conosce, chi ci conosce sa che non ci siamo mai fermati, mai arresi, idee e progetti sempre in testa ma nemmeno a pochi giorni dal parto mi sono sentita così stanca e spenta lavorando.  Ci piace essere sempre sinceri e trasparenti con voi che avete visto lacrime e gioia sui nostri volti. A presto”.A scriverlo è Marina Cardia, 34 anni, titolare da quasi quattro anni della caffetteria di via Corsica: “Sin da subito dopo il primo lockdown, nel 2020, ho riaperto l’attività e ho provato a reinventarmi. Alcune mie iniziative sono andate talmente bene che, a giugno, a mie spese ho anche rinnovato il piazzale esterno al mio locale”.“Oggi ho avuto un rifiuto totale, devo donare momenti di spensieratezza ai miei clienti. Prendere un caffè così, d’asporto, non ha senso. Ha più senso andare a prenderlo ad una macchinetta. Senza i tavoli non posso lavorare”, prosegue la Cardia, “So che c’è tantissima gente in difficoltà, ho deciso di prendermi una pausa mentale da tutto. Ringrazio il titolare che, nonostante il ritardo nel pagamento degli affitti, ha deciso di attendere che arrivino, chissà quando, tempi migliori”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.