Revoca delle concessioni cimiteriali: insorgono i cittadini. Il provvedimento prevede la revoca
di un primo lotto di cinquantadue concessioni ultracinquantennali di loculi cimiteriali, a partire dalla più remota nel tempo e fino a marzo 1968,
“Il procedimento di revoca delle concessioni – si legge nella nota ufficiale – sarà concluso con l’emissione di un provvedimento espresso di revoca decorsi 30 giorni dalla data di pubblicazione per presente avviso.

Entro il suddetto termine di 30 giorni gli interessati potranno presentare osservazioni, memorie scritte e documenti che siano pertinenti l’oggetto del presente avviso.
Al presente avviso verrà data pubblicità mediante la pubblicazione sul sito istituzionale dell’Ente nella sezione Albo Pretorio e nella sezione Notizie e verrà affisso su tutti gli accessi del cimitero e sui singoli loculi interessati dal procedimento suddetto, per trenta giorni a partire dalla data dell’avviso medesimo.
Stante la vetustà degli atti, depositati presso l’archivio dell’Ente in sola modalità cartacea, gli interessati possono chiedere informazioni presso gli Uffici di via Marconi 87, telefonando al numero 070949361 o inviando una pec a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per fissare eventuale appuntamento”.

Le polemiche però non mancano e numerosi cittadini, anche attraverso i social, dibattono sulla nuova normativa. Il regolamento era fermo dal 1969 che prevedeva, tra le altre cose, la concessione dei loculi per 99 anni.
Nel corso degli anni la cittadina ha pressoché triplicato gli abitanti passando da circa 9 mila a oltre 27 mila e, di conseguenza, sono aumentati anchi i decessi. Con la concessione a 99 anni il cimitero si è ingrandito a dismisura.
Oggi si stanno esaurendo le aree dove si possono realizzare i nuovi loculi.
Il nuovo regolamento quindi prevede non più 99 anni ma 50, 25 e 10 anni. Il cittadino, quindi, se muore un congiunto, potrà scegliere una di queste opzioni. Si sta, inoltre, procedendo alla revoca delle concessioni già assegnate, quindi viene applicato retroattivo il provvedimento.

L'articolo Assemini, il Comune vuole “sfrattare” decine di tombe dal cimitero: cittadini in rivolta proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.