Interventi della Polizia locale in numerose zone della città questa sera, per far rispettare le regole di contrasto al diffondersi del coronavirus. Proprio come accadde il 23 dicembre, in vista della zona rossa, anche oggi sono state invase le vie senza assicurare il distanziamento interpersonale e creando numerosi assembramenti.
La situazione era prevedibile, con il passaggio a zona arancione da lunedì. Per questo la Polizia locale era già pronta a intervenire con pattuglie che monitoravano le zone della movida.
In base all’ordinanza sindacale, il Comando di via Carlo Felice ha dovuto chiudere, intorno alle 18.30, ancora una volta via Torre Tonda. È stato comunque assicurato il passaggio, oltre che dei residenti, di chi aveva una prenotazione nelle attività della zona o in presenza di tavolini liberi. Chiusa anche la parte di via Roma tra piazza d’italia e via Bellieni.
“A Sassari i positivi sono soltanto trentadue, compresi i ricoverati – dichiara il sindaco Nanni Campus -. Siamo in assoluto il dato percentuale più basso in Sardegna. Paghiamo l’inciviltà di pochi, ma faremo di tutto per continuare a essere un esempio. Non smetteremo di colpire pesantemente chi ignora le norme di tutela collettiva”.

L'articolo Assembramenti a Sassari prima della zona arancione, l’ira del sindaco proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.