Musica vietata dopo la mezzanotte: «Per noi impossibile lavorare»

ARZACHENA. Il Billionaire chiude la stagione in anticipo, sia per le nuove restrizioni legate al Covid, sia per l'ordinanza del Comune di Arzachena che vieta la musica nei locali oltre la mezzanotte. In una nota, l'amministraore del Billionaire Roberto Pretto spiega le ragioni della chiusura e si scusa con i clienti, il personale e gli artisti. Il Billionaire aveva iniziato la stagione il 23 luglio scorso e chiude i battenti dopo appena 27 giorni di lavoro.

«In Costa Smeralda sono stati applicati divieti ancora più severi rispetto a quelli emanati dal governo nazionale, per ciò che riguarda le misure anti covid-19 per i locali di intrattenimento - si legge nella nota -. Un’ordinanza emanata ieri dal comune di Arzachena (di cui Porto Cervo è frazione), vieta infatti totalmente ai locali di erogare musica a partire da mezzanotte e anche in orario precedente, la stessa non deve superare i 65 decibel (un volume quindi bassissimo). A queste condizioni, abbiamo deciso che Billionaire Porto Cervo chiuderà a partire da oggi: questo perché ci è impossibile lavorare e offrire il programma e il servizio che i nostri Clienti si attendono da noi. Ci scusiamo e ci dispiace per loro ma ancor di più per il nostro personale, per i nostri collaboratori, per gli artisti da noi ingaggiati per questa stagione, che dovranno concludere in anticipo la stagione lavorativa. Ci adeguiamo, nostro malgrado, e ringraziamo la nostra clientela per la fiducia e il supporto nei nostri confronti».

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.