Le indagini dei carabinieri hanno portato a indentificare l'uomo. I danni al supermercato erano stati di 100mila euro

ARZACHENA. I carabinieri della stazione di Arzachena hanno concluso gli accertamenti sull'attentato incendiario della mattina del 28 dicembre che ha interessato il parcheggio privato sotterraneo del supermercato Md.

L’articolata attività d’indagine condotta dai militari ha permesso di ricostruire i momenti immediatamente precedenti all’evento, riuscendo a risalire al responsabile, un 54enne arzachenese di cui i militari non hanno formito le generalità, deferendolo per incendio doloso all’Autorità giudiziaria.

Le indagini si sono rivelate complicate sin dal primo momento: l’assenza di testimoni, nonostante il reato sia stato commesso nella prima mattinata, e la circostanza che il colpevole nei giorni precedenti avesse provveduto a danneggiare l’impianto di videosorveglianza del garage non hanno reso immediata la ricostruzione dell’episodio e la risoluzione del fatto.

Gli spostamenti dell’uomo e la sua successiva individuazione e identificazione sono stati possibili grazie all’incrocio delle immagini degli impianti di videosorveglianza del comune e delle abitazioni limitrofe.

L’atto vandalico aveva causato un violento incendio con uno di sviluppo di temperatura di oltre 400 gradi, che aveva distrutto un furgone nuovo all’interno del locale e l’intero impianto elettrico, oltre a ingenti danni alla struttura ancora in corso di valutazione, approssimativamente quantificabili in oltre 100mila euro.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.