Il sindaco invita a non abbassare la guardia: «Non farò nessuna ordinanza restrittiva, ma non sprechiamo questa opportunità»

ARZACHENA. Invita a tenere la guardia alta e a vivere la zona bianca con la responsabilità di chi ha ricevuto una grande opportunità. Il sindaco Roberto Ragnedda interviene in consiglio comunale per aggiornare le opposizioni e i cittadini sui contagi da Covid.

Il punto sui contagi. Il numero dei positivi scende a 24, 14 i guariti dall’ultimo aggiornamento più un nuovo contagio. Non si registra nessun caso di variante inglese. Il primo cittadino rinfresca la memoria sulle novità introdotte con il passaggio in zona bianca: chiusura dei bar alle 21, dei ristoranti alle 23 e coprifuoco alle 23.30 fino alle 5 del mattino. Ragnedda chiarisce che, pur avendone facoltà, non emanerà nessuna ordinanza restrittiva. «I nostri operatori devono poter lavorare ma in sicurezza. Ribadisco che viviamo un momento delicato e particolare in cui dobbiamo mostrare maggior senso di responsabilità rispetto al passato. Perché ora è davvero tutto nelle nostre mani».

Spot mondiale. Ragnedda ribadisce come la zona bianca sia davvero un punto di svolta per la ripartenza. «La zona bianca è stato uno spot mondiale per la Sardegna – conclude  -, notizia ripresa da tutte le testate internazionali e i tabloid. Una occasione per pianificare una stagione perfetta, ovviamente se i vaccini verranno sdoganati a livello territoriale. Oppure può essere pericolosa là dove non dovessimo rispettare le misure di sicurezza e dovessimo ritornare in zone di altro colore». 

 

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.