Accademia Sironi “consulente” delle imprese locali
Valorizzare l'artigianato artistico, riconoscerne la qualità e proporla al meglio offrendo supporto, servizi e occasioni di incontro in una dimensione in cui tradizione, arte e innovazione (vedi stampa 3D) non sono in competizione: la tecnologia non sostituisce il sapere manuale, lo arricchisce.
Un percorso intrapreso dall'Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” e dal suo direttore Antonio Bisaccia fra scambi di idee, opportunità ed entusiasmi. Un discorso sviluppato lungo tre step e oggi in piena evoluzione. L'intenzione si trasforma in operosa pratica con il progetto Art Lab Net (febbraio '17 / aprile '19), realizzato grazie ai fondi del I° avviso programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020 e al bando pluriennale Fondazione Sardegna “Arte, attività e beni culturali”.
I temi sono sviluppo sostenibile, rilancio del tessuto economico, approccio di rete e potenzialità del turismo. Le micro imprese artigiane attraversano un momento difficile – un paradosso in considerazione del forte appeal turistico di regioni costiere mediterranee come Costa Azzurra Corsica Liguria e Sardegna – ma contribuiscono a mettere in evidenza cultura e tessuto sociale dei territori. Come aiutarle? Serviva immaginare un luogo fisico dove dare input e consulenze, creare momenti di incontro fra gli artigiani, e fra artigiani e studenti. «Sono stati realizzati 4 Centri di Risorse e Innovazione per i Mestieri d'Arte ad Ajaccio, Nizza, San Remo e in Sardegna, a supporti all'innovazione imprenditoriale d'ambito», spiega Daniele Dore, coordinatore delle attività per l'Accademia.
In Sardegna il Centro Risorse è articolato in due sedi in collegamento tra loro: ArtiManos di Cagliari e l'Art Lab di Sassari realizzato al Mas.edu. Al Mas.edu trovano spazio Fab Lab, coworking e un incubatore di impresa. Fab Lab che, messo in piedi grazie all'impegno professor Pierpaolo Luvoni, declinando il concetto in senso artistico prende il nome di Art Lab. Tanti gli eventi, i corsi e i workshop organizzati.
Un fiore all'occhiello in prospettiva “Terza Missione”, snodo di coinvolgimento e interconnessione per studenti, maestri artigiani e imprese artigiane isolane.
Il secondo step è dato dal progetto – in corso – Art Lab Exper (aprile '19 / settembre '20), finanziato dal III° avviso del programma: l'obiettivo in questo caso era aiutare i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro, formando figure dotate di capacità progettuali, creative e tecniche. Questo grazie a borse di ricerca artistica e tecnica a tema aperto.
Bandito dall'Università di Genova (capofila), il bando ha permesso di selezionare 10 borsisti – 5 fra Francia e Corsica, 2 in Liguria – di cui 3 sardi: l'architetto Sara Vignoli e due ex studenti dell'Accademia “Mario Sironi”, Ciriaco Canu e Omar Schintu. Grazie anche alla rete di artigiani costruita con Art Lab Net, sono state stabilite le connessioni utili allo sviluppo di nuovi progetti. Questo genera contatti e costruisce rapporti.
Il terzo step – al momento è in atto la fase di predisposizione dei piani di lavoro e comunicazione – è il progetto Art Lab Service (aprile '20 / marzo '22), finanziato con il IV° avviso del programma.
Obiettivo è offrire supporto alle aziende artigiane: il bando si rivolgerà a 10 imprese di tutta la Sardegna che abbiano tra i 2 e i 5 anni di vita: «Abbiamo maturato esperienza riguardo i bisogni delle aziende del settore artigianale, non industrie ma espressioni dell'artigianato artistico – spiega Dore –. È necessario stabilire punti di forza e debolezza, analizzarli in maniera ponderata. Forniremo loro gratuitamente servizi di consulenza e supporto partendo da un check up aziendale».
Il progetto è appena partito, l'Accademia farà da facilitatore, mettendo in contatto domanda di servizi e offerta.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.