L'impegno della giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Cultura Andrea Biancareddu: la gestione passerà al Comune del capoluogo

CAGLIARI. Due nuovi musei entrano a far parte del Sistema Regionale, saranno promossi e realizzati a Sassari. Si tratta del Museo dell'artigianato e del design «Eugenio Tavolara» e il Museo per l'arte del Novecento e del Contemporaneo. L'impegno è della Giunta Regionale che, su proposta dell'assessore alla Cultura, Andrea Biancareddu, ha formalizzato e dato gli indirizzi operativi per la realizzazione e la gestione delle due strutture.

Il Museo dell'artigianato e del design, dedicato ad Eugenio Tavolara sarà ubicato nel Padiglione dell'artigianato ex I.S.O.L.A., mentre il «Museo del Novecento» troverà spazio nei locali dell'ex Convento del Carmelo. «Il fatto nuovo - ha sottolineato Biancareddu - è che prima si ipotizzava che fosse la Regione a gestire tutto, ora invece abbiamo deciso di valorizzare il ruolo degli Enti Locali, facendoli diventare protagonisti in casa loro, delegando così il Comune di Sassari a gestire il nuovo polo museale».

Il nucleo del Museo per l'arte del novecento e del contemporaneo è costituito dal fondo di opere di Giuseppe Biasi (di cui la Regione è proprietaria) e di altri artisti sardi. Per permettere la fruizione al pubblico, di questi due spazi significativi e importanti per la città di Sassari, verranno dati in comodato al Comune perché diventino le sedi per eventi e mostre culturali e a carattere identitario, fino alla realizzazione e apertura completa dei Musei. Il Comune di Sassari assumerà un ruolo attivo nella gestione di entrambi gli edifici. (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.