Arriveranno dall’Oristanese i cavalli impegnati nello storico carosello dei carabinieri
I referenti del 4° Reggimento dell’Arma in missione per la selezione di nuovi puledri. Importante riconoscimento

I carabinieri del 4° Reggimento mentre valutano un puledro in un allevamento dell’Oristanese – Foto Carabinieri Oristano

Gli allevamenti della provincia di Oristano sono stati prescelti dell’Arma dei Carabinieri per la selezione dei nuovi puledri che andranno a sostituire i cavalli ormai anziani del 4° Reggimento a cavallo, l’ultimo interamente montato delle forze armate italiane, impiegato in attività di pattuglia e perlustrazione in aree impervie del territorio nazionale, ma anche quale supporto ai reparti schierati per l’ordine pubblico e nelle operazioni di soccorso nei territori colpiti da calamità.

Alcuni referenti del Reggimento in questi giorni hanno visitato diversi allevamenti oristanesi, confermando anche una tradizione che da duecento anni collega la Benemerita alla Sardegna: nel 1832 infatti i Carabinieri nell’isola assunsero per un breve arco temporale la denominazione di Cavalleggeri di Sardegna.

Per il comparto allevatoriale equino della provincia di Oristano è un nuovo importante riconoscimento.

Il Reggimento Carabinieri a Cavallo è molto conosciuto ed ammirato anche per il Carosello Storico, saggio di scuola di equitazione e sintesi dell’alto livello di addestramento raggiunto dai cavalieri dell’Arma.

Carabinieri a cavallo durante un servizio

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.