Oristano

Il prefetto chiede collaborazione, si mobilitano le amministrazioni. A Oristano utilizzato un albergo?

I Comuni della provincia di Oristano si preparano ad accogliere bambini e famiglie in fuga dall’orrore della guerra che ha sconvolto l’Ucraina. Oggi in tutti i municipi è arrivata una circolare  firmata dal Prefetto Fabrizio Stelo. 

Nel documento si spiega che è necessario “procedere a una ricognizione delle soluzioni di accoglienza disponibili sul territorio che tengano conto della peculiarità delle persone in ingresso, prevalentemente donne e minori, presumibilmente anche non accompagnati”. 

Da qui la richiesta rivolta ai sindaci di “segnalazione della disponibilità di posti e strutture di accoglienza provenienti da privati cittadini, istituzioni, enti religiosi, con la massima urgenza consentita”.

Sempre il prefetto Stelo ha spiegato che “la Prefettura sulla base delle comunicazioni ricevute, valuterà se procedere alla sottoscrizione di appositi accordi di collaborazione con i comuni al fine di affidare agli stessi Enti Locali a gestione dell’accoglienza con oneri a capo del Ministero dell’Interno.” 

Con la stessa circolare il Prefetto Fabrizio Stelo invita i sindaci a mettersi in contatto con l’apposita unità di crisi unità istituita a Cagliari per ogni iniziativa rivolta alla raccolta di offerte economiche materiali, beni, derrate alimentari e servizi.  L’invito del Prefetto Stelo è stato subito raccolto da diversi sindaci, che già stamattina hanno avviato la ricognizione dei locali disponibili nei loro comuni.  

Comune Oristano. Il Sindaco Andrea Lutzu è già da stamattina al lavoro per individuare locali da destinare ai  profughi dell’Ucraina. “ Abbiamo in mente alcune soluzioni che devono essere ancora vagliate con i proprietari degli stabili – spiega il sindaco Lutzu – Potrebbe essere disponibile l’area del Mistral 1 attualmente non occupata dai pazienti Covid, in tutto 33 stanze in grado di ospitare 66 persone, ma pensiamo anche a un grande condominio con 7 o 8 appartamenti ora liberi, ad altri locali in uno stabile di via Lazio e alcune altre strutture di una certa importanza in grado di ospitare complessivamente alcune centinaia di persone.” Il Sindaco Lutzu anche domani sarà impegnato a sentire altri privati e le istituzioni ecclesiastiche proprietarie, nella città e nelle frazioni, di diverse strutture di accoglienza utilizzabili anche subito.  Sempre Lutzu è anche in contatto con le organizzazioni   di volontariato che già in questi giorni hanno fatto partire la raccolta di medicine e prodotti sanitari e ai quali ha offerto la disponibilità dei locali dello Smart come centro di raccolta di articoli vari. 

Segue –

 

 

Venerdì, 4 marzo 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.