Arrestato a Oristano per la rapina al Centro Tim di Carbonia
L’uomo era a casa della fidanzata. In manette anche un complice e una terza persona sorpresa con droga

Un momento dell’operazione dei carabinieri di Carbonia

È stato rintracciato a Oristano – a casa della fidanzata – uno dei due uomini sospettati di essere gli autori della rapina a mano armata al Centro Tim di Carbonia, avvenuta lo scorso 15 febbraio. Per lui e per un complice sono scattate le manette: i carabinieri di Carbonia questa mattina hanno dato esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Un terzo uomo è stato arrestato in flagranza di reato durante una delle cinque perquisizioni effettuate nelle abitazioni di persone legate al mondo della droga, che secondo i militari possono aver aiutato i due rapinatori, dando loro appoggio nella fuga o per far sparire l’arma usata nella rapina.

Quest’ultimo arrestato è P. A., 46 anni, di Carbonia, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine. Nel corso della perquisizione domiciliare, i militari di Carbonia, insieme ai colleghi del Nucleo cinofili di Cagliari, hanno trovato a casa sua 26 pastiglie di suboxone,medicinale utilizzato per la disassuefazione degli stati di tossicodipendenza.

Alle operazioni hanno partecipato il Nor e tutte le stazioni della compagnia di Carbonia, supportati da squadre Api e di cacciatori di Sardegna, i Cinofili antiesplosivi di Abbasanta e di Cagliari.

Sabato, 6 marzo 2021

L'articolo Arrestato a Oristano per la rapina al Centro Tim di Carbonia sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.