Archeologia subacquea: conferenza su una grande scoperta
L’iniziativa è promossa dal Museo Civico di Cabras

Continuano gli “Incontri di Archeologia del Museo di Cabras” in modalità online. Oggi, alle ore 18.30, è in programma la conferenza “Alla scoperta del relitto fenicio di Xlendi, Gozo (Malta)”. Il professor Timmy Gambin, docente di Archeologia marittima all’Università di Malta, presenterà una delle più importanti scoperte di archeologia subacquea degli ultimi anni, un relitto fenicio individuato ad una profondità di 110 metri al largo dell’isola di Gozo.

La nave, affondata nel VII sec. a.C., trasportava un carico misto costituito da anfore e altri contenitori provenienti da vari siti di area centro-mediterranea, anche sardi, e da macine in pietra vulcanica di Pantelleria.

L’incontro si svolgerà sulla piattaforma Zoom. Per informazioni e per ricevere il link occorre inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare la segreteria organizzativa presso il Museo Civico Giovanni Marongiu al numero 0783 290636. È prevista inoltre la diretta Facebook sulla pagina Museo Civico “Giovanni Marongiu” – Cabras, accessibile a tutti.

La locandina del convegno

Sabato, 10 aprile 2021

L'articolo Archeologia subacquea: conferenza su una grande scoperta sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.