Cabras

Presentata la manifestazione voluta dalla Fondazione Mont’e Prama

E’ una formula innovativa quella scelta per “L’Isola dei Giganti – Festival internazionale di Archeologia”, voluto dalla Fondazione Mont’e Prama e in programma al 28 giugno al 3 luglio prossimi tra Barumini e Cabras. Sono sette gli appuntamenti in  programma, ospitati in cinque siti diversi con l’obiettivo di far conoscere e ad apprezzare il patrimonio archeologico dei due centri.

In calendario incontri tra esperti di levatura internazionale, ma non solo. Ogni appuntamento sarà caratterizzato da un concerto, uno spazio curato dal giornalista  Giacomo Serreli. In programma anche una ‘Scuola estiva in archeologia per il turismo’ per fornire a studenti, operatori e giornalisti del settore culturale e turistico, strumenti di conoscenza volti alla promozione e alla comunicazione dei beni archeologici e culturali nell’ambito dell’offerta turistica. Non mancherà poi l’occasione per conoscere e apprezzare le migliori produzioni agroalimentari della zona.

Uno dei momenti centrali dell’evento è la consegna del Premio Mont‘e Prama al giornalista Piero Angela, che sarà collegato in diretta il 2 luglio a Tharros. Nell’area archeologica nella stessa serata saranno presenti i direttori tra i più importanti musei archeologici d’Europa. 

Manfred Nawrohr (curatore capo del Neues Museum di Berlino), Angeliki Koukouvou (direttrice del Museo archeologico di Salonicco), Jusep Boya y Busquet (direttore del Museo archeologico di Barcellona) e Aurelie Clemente-Ruiz (direttrice Musée de l’Homme di Parigi) parteciperanno a un convegno internazionale dedicato alla ‘Sardegna Isola Megalitica’. Interverranno anche Paolo Giulierini (direttore del Man di Napoli), Barbara Faedda (direttrice dell’Italian Academy alla Columbia University) e Francesco Muscolino, direttore del Museo archeologico nazionale di Cagliari.

Altro appuntamento imperdibile è quello del 28 giugno quando il sito  Unesco di Barumini  ospiterà un pre-festival, una serata dedicata all’archeologo ‘padre’ di ‘Su Nuraxi’, Giovanni Lilliu, con letture di alcuni suoi brani: è atteso l’attore Michele Placido ed è annunciata la presenza del ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Dal 29 giugno al 3 luglio “L’Isola dei Giganti” si sposta a Cabras. Il 29 giugno il festival sarà a Mont’e Prama, nell’area che ha dato alla luce i Giganti. Il sito, opportunamente allestito e protetto, sarà per la prima volta protagonista di un evento tra musica e archeologia dal titolo ‘Racconti di una scoperta straordinaria” con gli studiosi e gli archeologi che negli anni si sono occupati degli scavi. I lavori dell’incontro saranno trasmessi in diretta streaming anche all’esterno dell’area archeologica, attraverso un maxischermo installato nel piazzale de Sa Marigosa. Nello stesso piazzale a fine serata sarà possibile degustare alcune prelibatezze proposte dalla stessa Marigosa, dalle Cantine Contini e dalle Tenute Evaristiano.

Numerosi artisti animeranno le serate del festival, molti dei quali si ritroveranno  nel grande finale del 3 luglio con il progetto multimediale ‘Sonos ‘e Memoria’ di Gianfranco Cabiddu e con le musiche dal vivo di Paolo Fresu (tromba e flicorno), Furio di Castri (contrabbasso), Elena Ledda (voce), Luigi Lai (launeddas), Mauro Palmas (mandola), Antonello Salis (fisarmonica), Federico Sanesi (percussioni), Carlo Cabiddu (violoncello), Su Concordiu ‘e su Rosariu di Santulussurgiu e il Coro Polifonico a 4 voci: Marcello Malìca, Roberto Iriu, Antonio Migheli e Mario Corona.  

Nel presentare il programma e gli obiettivi dell’evento il Presidente della Fondazione Anthony Muroni stamattina ha voluto sottolineare la grande sinergia tra tutti i soggetti interessati che ha consentito la messa a punto di un programma di alto livello scientifico ma anche divulgativo. “ Il sistema Mont’e Prama – ha affermato Muroni – può essere la locomotiva di un ambizioso progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico di tutta l’Isola, in grado di esprimere grandi potenzialità”. Muroni ha anche anticipato che fra gli obiettivi della Fondazione c’è anche quello di arricchire le collaborazioni già avviate a livello internazionale attraverso un progetto che leghi i Giganti di Cabras con le statue dell’isola di Pasqua.  

“Il Festival Internazionale dell’Archeologia,  attrattore di cultura e di bellezza, deve diventare un appuntamento costante per Cabras”, ha sottolineato il sindaco Andrea Abis . Giorgio Murru, direttore scientifico della manifestazione  ha sottolineato la scelta della  formula inusuale del Festival,  che si propone di avvicinare sardi e non sardi alla conoscenza delle ricchezze del territorio dell’Isola. Murru ha anche voluto evidenziare come “la riapertura del sito di Mont’e Prama alle visite, anche se temporaneamente, sia un segno del cambio di passo e della svolta che il territorio attende e merita”.

“Con l’appuntamento del Festival Internazionale dell’Archeologia si consolida il rapporto di collaborazione tra la Fondazione Barumini Sistema Cultura e la Fondazione Mont’e Prama”, ha evidenziato Emanuele Lilliu, presidente della Fondazione Barumini Sistema Cultura, “che punta a rafforzare la cooperazione con importanti partner nel percorso di sviluppo di strategie mirate a valorizzare il nostro patrimonio storico, archeologico e culturale. 

Promosso dalla Fondazione Mont’e Prama, “L’Isola dei Giganti – Festival internazionale di Archeologia” si avvale della collaborazione con il Comune di Cabras e con la Fondazione Barumini, e del sostegno della Regione e della Fondazione Banco di Sardegna.  La direzione scientifica della manifestazione è affidata a Giorgio Murru, quella artistica al musicista Paolo Fresu.

-segue-

Giovedì, 23 giugno 2022

leggi anche
Isola dei GigantiEventi
Grandi eventi e grandi nomi: ecco il programma del Festival internazionale dell’archeologia, “L’Isola dei Giganti”

 

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.