“Anziani, chiamerà il vostro comune. Ancora nulla per i pazienti fragili”
Vaccinazioni tra dubbi e timori: le risposte della Assl di Oristano

Vaccinazione

“Molti ultraottantenni sono stati lasciati indietro”. “Sono passate già cinque settimane da quando i volontari sono venuti a casa mia. Mia mamma è allettata e qui nessuno si è rifatto vivo, il medico non sa ancora niente”. “Adesso pensate ai soggetti fragili. Mi piacerebbe sapere come verranno convocate queste persone. Dobbiamo prenotare da qualche parte? Stiamo brancolando nel buio”. “E i diabetici? Dimenticati da un anno”.

Dubbi e timori stanno accompagnando la campagna vaccinale in provincia di Oristano, ma dalla Assl assicurano: “Nessuno sarà lasciato indietro”.

I cittadini ultraottantenni saranno convocati dal personale del proprio Comune: chi non è stato ancora chiamato, lo sarà nei prossimi giorni. Sul sito della Assl di Oristano, nella pagina dedicata a domande frequenti e risposte, si specifica che i cittadini anziani devono “semplicemente attendere la convocazione da parte del Comune di residenza: progressivamente i nostri team vaccinali organizzeranno una o più giornate di vaccinazione dedicate agli ultraottantenni in tutti i Comuni della provincia”.

Gli anziani che sono stati contattati ma non possono muoversi devono far presente la loro situazione a chi effettua le convocazioni: “La loro richiesta sarà presa in carico dagli operatori della Assl per la programmazione della vaccinazione a domicilio”. Ancora non è stato stilato un calendario.

Per i pazienti considerati fragili non è stata ancora predisposta una campagna dedicata. Dalla Assl di Oristano fanno sapere che alcuni di loro – in Planargia – sono stati vaccinati insieme agli over 80 (individuati prima nell’ordine di priorità), perché inseriti nelle liste di riserva. Le convocazioni per queste persone – secondo quanto promesso dal presidente della Regione, Christian Solinas – dovrebbero vedere una accelerazione dopo Pasqua.

Slitta a dopo le feste pasquali anche l’attivazione del punto vaccini al palazzetto dello sport di Oristano.

Restano ancora da definire i dettagli tecnici sulla somministrazione dei vaccini da parte dei medici di famiglia, in seguito all’accordo firmato tra la regione e i principali sindacati.

In questi giorni al poliambulatorio di via Michele Pira e all’ospedale di Oristano si sta procedendo alla somministrazione delle seconde dosi di vaccino agli ultraottantenni già vaccinati e all’inoculazione della prima dose agli insegnanti. Quasi ultimati, invece, i vaccini alle forze dell’ordine.

Qualche altra risposta dal sito della Assl di Oristano.

Chi è già stato convocato ma non ha potuto aderire alla giornata vaccinale, può inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando nel testo i dati della persona convocata (nome e cognome, data di nascita, codice fiscale, numero di telefono a cui essere richiamato): gli operatori della Assl richiameranno per una nuova prenotazione.

Certe patologie o farmaci possono impedire la vaccinazione?  In generale no, ma si verifica caso per caso. Insieme alla lettera d’invito alla vaccinazione, il cittadino riceve un modulo (scheda anamnestica) in cui dovrà indicare le proprie condizioni di salute, eventuali patologie e farmaci assunti. Il medico vaccinatore consulterà la scheda, farà alcune domande se necessario, e valuterà l’opportunità della vaccinazione. In linea generale, il vaccino anti-Covid è sicuro ed efficace per le persone con patologie, per le quali è particolarmente importante proteggersi dal Covid-19.

Martedì, 30 marzo 2021

L'articolo “Anziani, chiamerà il vostro comune. Ancora nulla per i pazienti fragili” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.