Oristano

I Canadair a Fenosu? “Possono atterrare, ma la decisione spetta allo Stato”

Antonio Casula è il nuovo direttore dell’Ispettorato forestale di Oristano. Da alcuni giorni ha preso possesso dell’incarico nel suo ufficio di via Donizetti, incarico ricoperto sino a pochi mesi fa dal commissario Tiziana Pinna.

Ex comandante regionale della Forestale, dirigente molto stimato all’interno del Corpo, Antonio Casula aveva lasciato l’incarico al vertice lo scorso anno, nell’ambito della vicenda legata  al cosiddetto pranzo di Sardara (un banchetto in un locale, nonostante i divieti del Covid): Casula ha  respinto le contestazioni mosse a suo carico.

Ritorna quindi a guidare una struttura operativa, quella di Oristano,  che si sta preparando alla imminente campagna regionale antincendio. Sarà una campagna certo segnata dai fatti  della scorsa estate, il  grande rogo  in Montiferru e Planargia.

“Le conseguenze di quel devastante incendio le porteremo sulle nostre spalle  per molti anni”, osserva Antonio Casula. “Oltre al patrimonio ambientale e paesaggistico in quelle zone stanno iniziando a presentarsi i primi problemi di rischio idrogeologico. Nell’inverno appena concluso infatti si sono verificate frane e smottamenti mettendo a rischio  anche alcuni centri abitati. Per riportare in sicurezza il Montiferru ci vorranno tempi lunghi, progetti e risorse da parte della Regione”.

Casula ora dovrà preparare l’ispettorato Forestale di Oristano ad una nuova stagione contro gli incendi estivi.

“La campagna antincendio è alle porte, ma i nostri impegni sono tanti ed importanti per la tutela dell’Oristanese”, afferma ancora  Antonio Casula. “Fenosu e le stazioni della Forestale sul territorio sono pronte ad affrontare una nuova stagione che è finalizzata – lo voglio ricordare – anche alla tutela delle zone umide e degli stagni, tra i più importanti nel bacino del Mediterraneo. I controlli nelle acque intere, la lotta alle discariche abusive nelle campagne. E soprattutto saremo impegnati tra non molto a verificare il fermo della pesca del riccio”.

Il tema della campagna antincendio quest’anno ha in agenda anche la proposta della consigliera regionale della Lega Annalisa Mele rivolta alla Regione e finalizzata a portare all’aeroporto di Fenosu canadair della  Protezione civile.

“Fermo restando che quei velivoli sono fondamentali nella lotta agli incendi”, commenta Antonio Casula, “tecnicamente possono atterrare nello scalo di Fenosu. Ma le competenze su quella flotta sono dello Stato e della Protezione civile.  È evidente che la loro presenza in una zona baricentrica garantisce interventi più tempestivi, ma non è la Regione che decide”.

La scheda. Antonio Casula è originario di Milis, paese che ha amministrato come sindaco. Laureato in Scienze forestali all’Università di Firenze, ha conseguito di recente anche un dottorato di ricerca sullo sviluppo di un modello di valutazione del rischio di incendio in ambiente urbano.  Il suo ingresso nella Forestale nel 1994 a Tempio, poi il passaggio all’Ente Foreste (ora Forestas), sino all’incarico di direttore generale.  Infine, il comando regionale del Corpo forestale per tre anni. Nel suo passato anche l’esperienza di commissario dell’amministrazione comunale di Seneghe, quella di consigliere provinciale di Oristano e di componente della Commissione agricoltura della  Camera di commercio.

Mercoledì, 23 marzo 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.