“Ho parlato con la vigilessa io me ne devo andare da casa mia Aritzo. Io voglio che entrino in contatto con me i servizi sociali”. Antonello Garau, cagliaritano, 54 anni, racconta la propria disavventura a Radio Castedu: 10 giorni fa è rientrato dall’estero e deve fare la quarantena. Qui in Sardegna aveva due opzioni per far trascorrere le giornate: una casa a Cagliari oppure un’altra ad Aritzo. Sceglie quest’ultima per agevolare l’isolamento e così si trasferisce nel cuore della Barbagia in un appartamento di Aritzo, di cui è comproprietario assieme a due familiari. Ma qui trova bloccata la porta che dà accesso al contattore e alla caldaia. Scopre che la chiave era stata consegnata dai familiari a un operaio che custodiva la e, forse a causa di un’incomprensione o di un equivoco coi familiari, non gli viene consegnata. E così Garau dal 23 gennaio vive in isolamento senza acqua calda, senza riscaldamento e senza corrente elettrica. Riesce a comunicare grazie alle batterie che gli vengono ricaricate dai parenti.

E poco fa la novità. La polizia municipale di Aritzo ha intimato a Garau di abbandonare l’appartamento. Lui lancia un appello: “Voglio parlare coi servizi sociali. Aiutatemi”.

 

Risentite qui l’intervista a Antonello Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/526083985022469/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.