Per anni ha avuto un contratto a tempo indeterminato full time. Poi è arrivato il part time: “Faccio quattro ore al giorno per ottocento euro al mese, ho sempre lavorato nella stessa catena di supermercati”. Annalisa Sotgia, 45enne di Sestu, ogni giorno percorre circa venticinque chilometri per raggiungere il suo posto di lavoro a Cagliari. “Nel mio contratto non erano previste le domeniche, poi mi sono accordata per farne due al mese, così posso aiutare le mie colleghe nelle turnazioni, e non si caricano di lavoro. Ferragosto? Mi sono rifiutata di lavorare, starò a casa con la mia famiglia. Preferisco perdere dodici euro al mese e stare insieme ai miei cari”, spiega la Sotgia, che è anche Rsa della Filcams Cgil. “Durante il lockdown tutti ci hanno definito eroi, ma invece stavamo solo facendo il nostro lavoro. In quel periodo ho fatto turni massacranti”. Ora, almeno per Ferragosto quindi, la volontà è quella di volersi riposare. “Il giorno dopo, domenica, dovrò lavorare”.

 

E la Sotgia ricorda che, nemmeno tanti anni fa, la situazione era diversa: “Le domeniche eravamo sempre chiusi e potevamo riposare”. E rimarca il fatto che, nei mesi “durissimi” del “tutti in casa” per il Coronavirus “abbiamo garantito la nostra presenza, si trattava di un periodo dove era necessario esserci. Ecco perchè difendo i miei diritti di lavoratrice”.

L'articolo Annalisa, cassiera di Cagliari: “Ogni mese lavoro anche due domeniche, Ferragosto lo trascorro in famiglia” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.