Angioi (Psd’Az) bacchetta Lutzu e difende Solinas: “Rispettato il volere della cittadinanza”
La polemica sulla riapertura di negozi e parrucchieri

Interviene Paolo Angioi della sezione oristanese del Psd’Az in difesa del presidente della giunta regionale Christian Solinas, suo compagno di partito, oggetto di una severa critica da parte del sindaco di Oristano Andrea Lutzu, dopo la decisione di emanare un’ordinanza regionale, che di fatto ha scavalca le decisioni dei sindaci sardi sui tempi  di riapertura di negozi e parrucchieri.

“Spiace constatare uno spirito di contrapposizione  di cui la nostra città non ha in tutta evidenza alcuna necessità”,m scrive in una nota Paolo Angioi. “L’ultima ordinanza del presidente della Regione che sarebbe potuta essere anticipata da tutti i sindaci della Sardegna nei cui comuni i casi di contagio erano esigui, raggiunge di fatto un risultato che è quello della riapertura di diverse attività. Ciò è quello che desiderava ed aspettava anche la cittadinanza, il cui parere è da tenere in conto innanzi a tutte le posizioni di parte e prescindendo dalle dinamiche di contrapposizioni politiche”.

“I sindaci”, conclude Angioi, “portano sicuramente sulle spalle i problemi delle comunità, ma proprio per questo le ordinanze di carattere generale vanno viste in una logica di aiuto tra le istituzione e bisogna coglierne le opportunità per poter affrontare al meglio le emergenze in corso”.

Giovedì, 14 maggio 2020

L'articolo Angioi (Psd’Az) bacchetta Lutzu e difende Solinas: “Rispettato il volere della cittadinanza” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.