Un incidente grave in galleria. Poi l’aiuto da parte di un camionista e un motociclista che l’hanno assistita. provvedendo anche a mettere la strada in sicurezza. La vittima del sinistro è l’ex presidentessa della provincia di Cagliari Angela Quaquero, che ringrazia pubblicamente  i suoi due soccorritori, nella speranza di poterli conoscere per incontrarli personalmente.“Statale 125, imbocco della galleria dopo il bivio di Jerzu, venerdì  17 settembre verso le 10 del mattino: rottura di un braccio della ruota, sbandata e controsbandata, strisciata sul guardrail e  arresto definitivo in piena galleria”, racconta la Quaquero, .“Poteva essere una tragedia: non lo è stata perché un giovane trasportatore BRT mi ha aiutato ad uscire e mettere il triangolo e perché in pochi minuti sono arrivati i Carabinieri della Squadra Mobile di Jerzu, che hanno messo in sicurezza il traffico e  assistito me. Non li avevo chiamati, confusa com’ero, ma ho saputo da loro che un motociclista, resosi conto del pericolo, aveva avvisato il 112.Nessuno si è fatto male, alla fine, e questo grazie alla professionalità dei Carabinieri intervenuti e alla generosità e prontezza di due giovani che passavano e che potevano anche non fermarsi. Non conosco i loro nomi, ma voglio ringraziarli qui. Spero di poterlo fare di persona. Se potete, aiutatemi! Grazie”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.