Il 29 marzo, i Carabinieri della Stazione di Guspini, a conclusione di un’indagine hanno denunciato per truffa in concorso,  I.A.  cl. 1970 nato ad Afragola e residente a Reggio Emilia e L.S. cl.1956, nato a Palermo e residente a Mirandola,  i quali, fingendosi interessati all’acquisto di una bicicletta del valore di euro 1100 messa in vendita da una 50enne di Guspini sul sito “subito.it”, l’avevano invitata a recarsi presso uno sportello bancomat per perfezionare l’invio del corrispettivo in denaro; durante l’operazione, i due erano comunque riusciti a fornire alla donna indicazioni fraudolente attraverso le quali aveva incautamente effettuato due ricariche postpay per l’esatto valore del bene che voleva vendere.Sempre il 29 marzo, i Carabinieri della Stazione di Senorbì, a conclusione di un’indagine hanno denunciato per truffa, A.A. 35enne residente a Anzio, il quale aveva pubblicizzato su una piattaforma on line la vendita di telefoni cellulari, fra i quali uno smartphone Apple Iphone 11 al prezzo di 579,90 euro. Una 47enne, casalinga  di Senorbi interessata all’offerta aveva effettuato l’acquisto senza che però gli venisse recapitato il cellulare, né gli fosse rimborsato l’importo corrisposto.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.