Anche Quartu Sant’Elena avrà parchi giochi inclusivi e accessibili ai bambini con disabilità: passa in consiglio la proposta presentata dal gruppo consiliare Fratelli d’Italia. La mozione discussa durante l’ultimo consiglio comunale ha trovato il consenso della maggioranza che si impegna alla realizzazione di parchi inclusivi per i bambini diversamente abili.“È diritto dei bambini con disabilità poter fruire dei parchi pubblici e giocare senza essere esclusi, a causa di giochi inadeguati e/o di barriere architettoniche” ha esposto in aula il rappresentante del gruppo.“Negli ultimi anni la condizione di integrazione dei bambini con qualunque forma e grado di disabilità sta facendo passi avanti in molti ambiti della vita, ma, per questi minori, risulta ancora difficile, e talvolta  impossibile, vivere dei momenti ludici insieme ai loro coetanei a causa dell’inadeguatezza delle strutture  ludiche presenti all’interno dei luoghi di svago e di gioco pubblici; il gioco, promuovendo la socializzazione e il rispetto delle regole e dei coetanei, svolge un ruolo fondamentale nel processo di sviluppo del bambino. È preciso dovere di una buona amministrazione abbattere le barriere ambientali che impediscono una relazione libera tra bambini con e senza disabilità.Un parco giochi inclusivo è un luogo in cui i bambini con abilità e capacità diverse possono giocare insieme, interagire tra loro, utilizzando i giochi installati nel parco, diminuendo di fatto le distanze che possono venirsi a creare di fronte alla diversità. È indispensabile fornire ai genitori di bambini con disabilità “un luogo sicuro” in cui i figli possono giocare con altri bambini”

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.