I campionamenti suppletivi nella costa effettuati il 15 luglio scorso da parte dell’Arpas a seguito del superamento della concentrazione della Ostreopsis cf. ovata del giorno precedente – 14 luglio – rilevano una situazione di proliferazione della microalga in determinati punti della costa e una sostanziale trascurabilità del livello di guardia in altri punti. L’area di campionamento è stata estesa, e nonostante le concentrazioni non indicative di pericolo in due punti della stazione entro la quale è compresa la spiaggetta Las Tronas, si è rilevata una alta concentrazione in una zona del cosiddetto “Riservato” in corrispondenza di schiume brunastre nella vicinanza degli scogli.  Il dato è da riferirsi in modo specifico al punto interessato dalle schiume, la cui presenza è da considerare con tutta probabilità da ricondurre all’elevata concentrazione della microalga. Il consiglio che viene dato è comunque di evitare il contatto con la zona in cui è presenta la suddetta schiuma, contatto che può avvenire tramite l’inalazione di tossine prodotte dall’alga o di frammenti di cellule di Ostreopsis presenti nell’aerosol marino. Tutti i sintomi si attenuano dopo poche ore, risolvendosi entro 24-48 semplicemente allontanandosi dalle zone interessate dalla proliferazione.  I prelievi effettuati stamattina dai tecnici dell’Agenzia Regionale dell’Ambiente, i cui risultati verranno resi a breve, potranno stabilire il livello di concentrazione della Ostreopsis.  

L'articolo Alghero, microalga a Las Tronas: oggi nuove rilevazioni proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.