“Il presidente della regione non può e non deve riferire in aula: ci sono indagini in corso”. L’ha detto la vicepresidente della regione, Alessandra Zedda, intervenendo nell’aula del consiglio regionale dopo la conferenza dei capigruppo consiliari, convocata d’urgenza dopo la bagarre di questa mattina  sull’ormai noto banchetto di Sardara. Il centrosinistra, come aveva già fatto ieri, ha insistito per la presenza in aula di Solinas, ma il presidente del consiglio Michele Pais ha provato a far andare avanti i lavori secondo l’ordine del giorno. Ma le proteste, il chiasso, le urla e l’invasione dello spazio antistante i banchi della presidenza, hanno reso impossibile proseguire. Ha preso invece la parola la vicepresidente e, al momento, si è deciso di riprendere i lavori. “Credo che la minoranza abbia il diritto di fare, con senso democratico, la sua opposizione, così come questa maggioranza ha il diritto di proporre e approvare leggi regionali”, ha sottolineato Zedda, ribadendo che il banchetto “è un fatto grave e inopportuno”. E, nonostante i lavori siano ripresi, il centrosinistra insiste: non è pensabile che il presidente attenda la fine dell’indagine.

L'articolo Alessandra Zedda: “Pranzo di Sardara, Solinas non può e non deve riferire in aula: ci sono indagini in corso” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.