A Radio CASTEDDU Alessandra Zedda, vicepresidente della giunta regionale: “L’unica strada è quella di aprire a maggio perché ormai siamo da troppo tempo che interveniamo solo con i Ristori e credo che sia concreto ricostruire quelle condizioni di lavoro che passano per la riapertura in sicurezza. Gli screening di massa ci aiutano a scoprire che la pandemia non è finita, io sono una che lotta fino alla fine e credo che bisogna darsi una mossa e buttare il cuore oltre l’ostacolo: non è possibile continuare a vivere con una pandemia che ci affligge stando chiusi a casa e impedire a quelle attività di lavorare. Per la riapertura estiva dell’anno scorso, hanno convinto, e in alcuni casi costretti, ai ristoratori e albergatori a fare delle modifiche strutturali nei loro locali che, non credo, siano state banali: dopo un anno bisogna pensarci attentamente e consentire che questi investimenti siano i frutti”. In questi giorni stanno arrivando i fondi a sostegno delle categorie sofferenti. Risentite qui l’intervista a Alessandra Zedda del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/2535235963448506/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.