Il ristoratore Alberto Melis a Radio CASTEDDU: “Spero ci sia un ripensamento perché questi parametri sono assurdi, inapplicabili: gli aspetti negativi sono tanti. Non tutti hanno spazi all’esterno adeguati per far sì che un’attività possa mantenersi in piedi.Inoltre c’è il problema dei distanziamenti, sono previsti 2 metri. Insomma, non ce n’è uno che possa servire a tornare utile ad un imprenditore che si appresta a dover iniziare, dopo un anno di estrema fatica e grande sacrificio, a riaprire.Da un’indagine della FIPE, quasi il 45% delle attività non dispone di una superficie adeguata per poter svolgere il servizio all’esterno per cui siamo fortemente limitati: con questa possibilità che sta dando il governo di riaprire, a parer mio, non è una possibilità ma una costrizione a rimanere chiusi, perché non tutti siamo nella condizione di avere spazi all’esterno che ci consentono di creare un fatturato per poter stare in piedi.Il coprifuoco alle 22? Inaffrontabile: conosciamo bene le nostre abitudini, il nostro clima e sappiamo bene che tutte le persone sono portate a stare in spiaggia fino a tarda sera. È un qualcosa di assolutamente assurdo per quello che è il nostro modo di vivere ed estremamente limitante per le attività che sono a stretto contatto con i turisti: immaginiamo un po’ chi deve arrivare sapendo che ci sono una serie di limitazioni, credo che il turista faccia una scelta diversa dal venire in Italia, in Sardegna e andrà in Spagna o in Grecia, in quei posti, insomma, dove può passare delle vacanze in maniera spensierata senza vincoli di orario che sono sempre più assurdi.Noi abbiamo sempre rispettato i protocolli che ci hanno imposto e a questo punto la domanda nasce spontanea: ma allora questi protocolli servono a niente?”.Risentite qui l’intervista a Alberto Melis del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/761745241176019/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.