Sarda News - L'unione delle notizie dalla Sardegna

“Quanti clienti abbiamo avuto? Una, sinora”. E il negozio gestito anche da Agnese Epicureo, 73 anni, era già aperto da circa due ore: vende abbigliamento per bimbi e bimbe e, dunque, da oggi ha potuto rialzare la serranda. Difficile, però, fare sin da subito buoni incassi: la città è ancora quasi totalmente deserta, e molti hanno già comprato tutto il necessario su internet: “Sì, molti hanno acquistato online. Noi non siamo organizzati per questo servizio, bisognava fare le foto alla merce e metterla online, non siamo più ragazzine e aggiornate per fare questo. La gente vuole toccare e misurare la merce, i nostri clienti sono abituati così”, afferma. E, allora, la speranza è che, pian piano, ritornino. “È difficile ripartire quando siamo aperti solo noi e poche altre attività, la gente continua a non uscire di casa. La situazione è nera, abbiamo perso tutto il periodo di cresime, matrimoni e battesimi”.

Gli abiti sono super protetti: “Li sanifichiamo grazie al macchinario con l’ozono”, osserva la commerciante, “ma non sappiamo se la gente tornerà in negozio, non si è ancora capito chiaramente se le mamme con figli possono portarli sin qui. Io sono pensionata, non ho preso nemmeno i seicento euro del bonus del Governo perchè, anche se ho sempre continuato a pagare i contributi, non mi spettano”.

L'articolo Agnese di Cagliari, negoziante in crisi: “Troppi acquisti online di vestiti per bambini” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.