Addio al dj che ha fatto ballare generazioni di oristanesi
È morto Riccardo Cioni, re delle serate a S’Istella e la Capanna. Il ricordo dei colleghi

Riccardo Cioni con Sandro Azzena – Foto di Sandro Azzena

Oristano piange il suo dj. Riccardo Cioni, toscano di nascita ma oristanese d’adozione, è morto all’età di 66 anni. A dare la notizia, confermata dalla moglie di Cioni, il quotidiano Il Tirreno che lo definisce “il più grande dj toscano” e che spiega che dopo aver contratto il Covid era stato ricoverato in ospedale, dal quale, però, era stato dimesso dopo qualche giorno. Le sue condizioni, però, sono peggiorate.

“Se noi siamo stati cosi bravi a fare discoteca”, lo ricorda il dj oristanese e amico Sandro Azzena, “lo dobbiamo a lui. È lui che ha portato la musica, prima c’era il silenzio.

“L’ho sentito durante le feste di Natale”, commenta Azzena che con il dj toscano ha mantenuto ottimi rapporti: “Avremmo dovuto riportarlo a Oristano per una serata in piazza e anche in radio”.

Il dj, molto noto in tutto il mondo, ha vissuto il territorio negli anni ottanta quando era il dj resident di S’Istella de su Mare a S’Archittu.

“Lo legava una profonda amicizia con Andrea Ligia”, continua Azzena, “che poi lo ha portato anche alla Capanna, in un locale che a Riccione se lo sognavano. E poi ancora alle Saline e al Merak”.

“Ricordo che scappavo di casa per andare a vederlo nell’ottantatre. Però ero minorenne e all’inizio non mi facevano entrare. In un secondo momento ero entrato nelle simpatie di Andrea Ligia, che mi faceva entrare. Stavo in un angolo in console tutta la notte ad ascoltare Riccardo suonare”.

Cioni nell’oristanese anche a inizio degli anni duemila: “faceva le serate dei mercoledì esivi al Beach Bar con Gianni Uasi”, ricorda Azzena, che aggiunge: Ci fu una mega serata al Lux organizzata da Dino Aru, che ha riempito il locale come non mai. Dal settantasei, anno in cui ha cominciato a suonare, Riccardo Cioni non ha mai conosciuto crisi e anzi, lavorava ora più di prima”.

“Ci sono oristanesi che hanno tutte le sue cassette”, continua Azzena ricordando l’amico scomparso. “Uno di questi è Andrea Costa”.

Tra gli altri anche Jimmy Spiga, che non ha mai diviso la console con Cioni, ma che lo ricorda con ammirazione: “Tutti noi ragazzi avevamo le sue cassette delle serate alla Capanna. Erano una specie di oggetto cult per gli oristanesi”.

L'articolo Addio al dj che ha fatto ballare generazioni di oristanesi sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.