Su Facebook l'annuncio dell'ex sindaco di Assemini ed ex coordinatore regionale di M5S: "Finalmente è arrivata la parola fine su questa vicenda"

ASSEMINI. L'annuncio arriva sul suo profilo Facebook. Mario Puddu è stato assolto anche in Cassazione. "Non erano bastati i 2/3 anni di "inferno" (con tutte le conseguenze a seguito) dopo il primo grado, a cui è seguita l'assoluzione in Appello  _ scrive Puddu _. A mettere definitivamente la parola fine, a questa storia assurda, è stata la Cassazione a Roma. Mai telefonata fu cosi gradita come quella appena ricevuta da parte dei miei bravissimi avvocati, Massimiliano Ravenna e Mauro Barberio. Un altro grande peso tolto ".

La lunga vicenda giudiziaria per l'ex sindaco di Assemini era iniziata nel 2015 con l'accusa di abuso d’ufficio insieme all’avvocato e presunto amministratore-ombra Francesco Murtas.  Nel 2018 la condanna a un anno. Poi nel 2020 , modificata la fattispecie del reato all’interno del decreto Semplificazioni, i giudici della Corte d’ Appello dovettero disattendere la richiesta di conferma della sentenza avanzata dal pg Sergio De Nicola per applicare la norma così com’è trasformata. E scattò l'assoluzione, confermata ora dalla Cassazione.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.