Cabras

Il sistema di video sorveglianza è attivo dallo scorso dicembre

Sono già tre i responsabili di altrettanti fenomeni di abbandono di rifiuti individuati nel territorio di Cabras grazie all’ausilio dell’impianto di videosorveglianza installato lo scorso dicembre.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Abis si dice pienamente soddisfatta dei primi risultati ottenuti, che evidenziano quanto la presenza di un sistema di telecamere mobili e fisse, dislocate in zone strategiche, sia necessario per un capillare controllo del territorio. A venire colti in fallo sono stati privati cittadini e un’impresa. Il caso più recente risale alla scorsa settimana  e si riferisce  a un cittadino ripreso dalla foto-trappola durante la notte, mentre gettava nella campagne una stufa e alcune buste colme di rifiuti di vario genere.

Gli agenti del servizio di polizia locale hanno notificato un verbale da 700 euro all’uomo, che per ordinanza sindacale dovrà anche recuperare e smaltire ciò che ha abbandonato.

Prima di lui due donne, anche loro nelle campagne del paese, sono state filmate mentre lasciavano a terra un cumulo di gusci vuoti di mitili, che, come prevede il regolamento della raccolta differenziata, vanno gettati insieme agli scarti organici. Entrambe le donne  sono state raggiunte da una sanzione di 300 euro.

Denunciati anche i titolari e alcuni dipendenti di un’impresa, colti in flagrante mentre depositavano sul terreno diversi sacchi. Per loro è in corso un procedimento presso il Tribunale di Oristano.

cabras abbandono rifiuti sanzione 1
Foto Ufficio Stampa Comune di Cabras

“Il piano di controllo delle campagne, svolto in maniera esemplare dal servizio di polizia locale, sta iniziando a dare i suoi frutti”, ha commentato il sindaco Andrea Abis. “Stiamo investendo risorse e molto impegno per assicurare il contrasto delle forme di illegalità sul territorio”, ha aggiunto il primo cittadino di Cabras, “in particolare nelle aree urbane e periurbane di Cabras e Solanas. È nostro dovere garantire la sicurezza dei cittadini, ma il fine ultimo che intendiamo perseguire è quello di compiere una campagna di sensibilizzazione affinché tutti interiorizzino un senso di responsabilità nei confronti del bene ambientale. Sanzionare è giusto quando si sbaglia, ma il nostro impegno vuole essere ancora maggiore nell’ambito dell’informazione, affinché il cittadino sia un nostro alleato nella tutela del territorio”.

Sono 14 le postazioni di ripresa che al momento risultano attive a Cabras, per un totale di undici telecamere di contesto, puntate sul centro abitato e sulle aree limitrofe e tre di lettura targhe. Diverse foto-trappole sono invece posizionate nelle campagne.

Nelle ultime ore l’amministrazione si sta adoperando, in accordo con il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, per un potenziamento del servizio nelle zone di piazza Stagno e a San Giovanni di Sinis.

“Intendiamo ricordare ai cittadini che è molto più semplice usufruire del servizio di raccolta porta a porta”, ha detto ancora Abis, “sia per i rifiuti ordinari che per gli ingombranti. È sufficiente seguire l’apposito calendario, reperibile in formato cartaceo nei due palazzi comunali e anche attraverso l’applicazione Junker, disponibile in più lingue e quindi di facile consultazione anche per i turisti. Durante il periodo estivo il servizio viene implementato per agevolare privati e attività commerciali, ed è costantemente attivo anche il ritiro degli ingombranti a domicilio prenotabile attraverso una semplice telefonata”.

Per prenotare il servizio di ritiro ingombranti occorre telefonare al numero 800 069 960 o 070684415, attivo il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì, il giovedì e il sabato dalle 9 alle 14. In alternativa è possibile prenotare all’indirizzo web ingombranti.cosir.org o scrivendo una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Le prenotazioni fatte da web saranno da ritenersi concluse solo dopo il contatto di un operatore.

Andrea Abis
Andrea Abis

Venerdì, 1 luglio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.