La Tari a Quartu? Non viene pagata “da più del 40% dei cittadini”. A dirlo è il sindaco Graziano Milia. La sua Giunta è alle prese con l’esordio del nuovo servizio di porta a porta. La raccolta ha due novità importanti: la plastica potrà essere messa anche nei mastelli, senza chiuderli, sarà sufficiente utilizzare sacchi semitrasparenti. E, come informa l’associazione turistica del paese, diretta da Roberto Matta, “i titolari di b&b si devono recare all’ufficio tributi per segnalare quali locali sono adibiti a bed and breakfast. Questo consentirà di avere una tassazione ‘famiglia’ in base al numero di residenti per la porzione di casa adibita a residenza abituale ed una tassazione pari all’occupazione massima di 6 persone per la porzione adibita a b&b. Eventualmente per questa seconda voce di tassazione Tari si può chiedere una riduzione stagionale pari al 30% della tariffa. Questa duplice registrazione consentirà di poter ritirare un doppio kit di mastelli”.Ma in città il vero problema è l’evasione, record, per quanto riguarda la Tari: “Sul servizio della nettezza urbana si sono manifestati tanti problemi. Abbiamo ereditato un servizio che non abbiamo fatto noi, chi c’era prima non è che ha combinato dei guai”, avvisa Milia, “ma ha fatto tutto con la convinzione e la sicurezza di fare meglio. Poi, quando le cose arrivano ad una messa in campo si scoprono difficoltà e criticità e occorre, con pazienza, intervenire, così come su tante altre cose. Non è pensabile che l’evasione Tari superi il 40 per cento, non funziona così. Quando sentite dieci persone che si lamentano della nettezza urbana, statisticamente almeno quattro, se non quasi cinque non contribuiscono a questo servizio”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.