Transenne, macerie e zero auto in metà via Dante a Quartu Sant’Elena. La casa disabitata crollata nei giorni scorsi  – con la facciata abbattuta dai violenti temporali – ha portato prima i Vigili del fuoco a transennare tutta l’area, poi il Comune ad avvisare i proprietari. Solo che, da quelle parti, a nove giorni di distanza, non si è visto nessuno. E gli affari per i negozianti della porzione di via – una gastronomia, una macelleria, uno studio di geometri e una fioreria – sono crollati, proprio come la casa. In una strada dove sono tantissimi i clienti che si avvicinano solo con l’automobile, le casse dei commercianti sono più vuote che piene. E la paura è che, tra un tira e molla e un altro, al posto di luminarie e addobbi anche a Natale ci siano le ringhiere. A farsi portavoce dei disagi che stanno vivendo vari negozianti è Lisa Cianci, titolare di una gastronomia: “Dopo 9 giorni siamo ancora cosi. La prima parte di Via Dante chiusa al traffico. I Vigili del Fuoco sono intervenuti, i proprietari sono stati avvisati. Non passa un’anima, a qualcuno potrà anche fare piacere, ma ci sono residenti che vorrebbero raggiungere la propria abitazione agevolmente ed attività commerciali che vorrebbero lavorare. A chi dobbiamo rivolgerci?”, chiede, disperata, la negoziante.“Tutta la seconda parte di via Dante è bloccata, l’unico accesso è da via D’Arborea ma nessuno passa da lì perchè le strade di Quartu sono un dedalo ed è difficile districarsi. Chiediamo semplicemente che la strada venga liberata quanto prima”, prosegue la ristoratrice, “dicembre è dietro l’angolo e non possiamo trascorrere altre settimane ingabbiati. Anche tanti residenti che vivono qui, anziani, stanno avendo difficoltà a spostarsi”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.