La lamentela, stavolta, è per così dire istituzionale. A Pirri, dove negli ultimi mesi gruppi di balordi hanno distrutto e dato alle fiamme tante automobili, stavolta è stato, purtroppo, il turno di una consigliera della Municipalità, Enrica Fois. È successo, come in tutte le altre occasioni, nel cuore della notte. La Fois dormiva tranquilla quando ha sentito dei rumori. Si è affacciata, ha visto il balordo che cercata di rubare e incendiare l’auto della sua famiglia. Lui ha continuato, imperterrito, riuscendo a sfondare il parabrezza. Le telecamere installate dalla consigliera l’hanno ripreso. Ma, alla fine, sembra che il balordo l’abbia passata liscia. Ecco, di seguito, il racconto pubblicato su Facebook dalla Fois.
“In ogni mia vicenda personale cerco di vedere sempre il lato positivo. Oggi però riesco solo ad analizzare ciò che è successo. Durante la notte appena trascorsa una persona di sesso maschile ha tentato di rubare/incendiare l’auto che in famiglia utilizziamo per lavorare. La mia casa è interamente video sorvegliata, quindi il delinquente intento nell’operazione è stato immortalato, nonostante ciò quest’uomo non si è sentito minimamente disturbato dal fatto che fosse ripreso. Alle 4 del mattino ci siamo dovuti affacciare per scoraggiarlo. Con la paura che potesse essere armato. Non ho idea di quale fosse il suo intento, fatto sta che ha distrutto il parabrezza. Come dico sempre, la video sorveglianza a cosa serve? Ad individuare persone recidive con 1000 reati simili che non hanno nulla da perdere”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.