A Oristano si è insediato il prefetto Stelo: è il più giovane in Italia
Parole di elogio per la città e apertura al dialogo

Si è insediato stamane il nuovo prefetto di Oristano Fabrizio Stelo. Originario di Roma, 52 anni, Stelo alla sua prima nomina è il più giovane prefetto d’Italia.

Presentandosi stamane, il nuovo prefetto ha elogiato la città di Oristano dove ieri ha voluto compiere una prima visita: “Una bellissima città”, ha dichiarato il prefetto Stelo. “Sono molto contento di essere qui e in Sardegna, una regione che conoscevo poco”.

Laureato in Scienze politiche e iscritto all’albo dei giornalisti, nell’elenco dei pubblicisti, il prefetto Stelo ha vissuto negli ultimi 33 anni a Siena, dove ha sposato la passione per il palio, divenendo contradaiolo della Selva.

Stelo arriva dal Ministero degli Interni: ha ricoperto un importante incarico nell’ufficio di gabinetto del ministro, quale responsabile degli affari generali.

In precedenza è stato capo ufficio stampa nelle Prefetture di Firenze e Livorno, dov’è stato anche capo di gabinetto.

Ha prestato servizio inoltre nella Prefettura di Bologna, come dirigente dell’Area immigrazione, e in quella di Siena, come vice capo di gabinetto.

-segue-

Lunedì, 26 aprile 2021

L'articolo A Oristano si è insediato il prefetto Stelo: è il più giovane in Italia sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.