Tre foto con altrettante bici danneggiate, postate su Facebook dalla sindaca di Monastir, Luisa Murru. E una denuncia sin troppo chiara: “Come vanificare una legittima richiesta di sicurezza e rischiare di passare dalla ragione al torto. Queste foto”, scrive la Murru, “rappresentano 3 biciclette danneggiate alcune ore fa nel pieno centro del paese. Parcheggiate, come ogni giorno, da persone che prendono la corriera o vanno a lavorare. La loro colpa? Probabilmente per qualcuno il solo fatto di essere migranti. Poco conta il fatto che una appartenesse a un cittadino italiano. Conta invece il gesto di alcuni, che definire incivili è dir poco. Forse avranno pensato di farsi giustizia da soli, nei confronti però di persone innocenti. O forse avranno voluto dare un avvertimento, rivolto a non so chi, o di dare prova di forza e coraggio”. La Murru è netta: “Mi spiace invece dire che hanno dato prova di vigliaccheria, ignoranza e stupidità, oltre che di essere ben lontani dalla legalità”.

E la prima cittadina lancia anche un allarme: “Mentre qualcuno in paese vuole organizzare ronde e spedizioni punitive (vi ricordo che sono un reato), sostenuti da qualche campione che non metterà certo faccia e responsabilità nel caso succedano guai (ma dal dispensare consigli all’istigazione a delinquere il passo può essere breve), c’è un’amministrazione che mette la faccia ogni giorno, lavorando perché il nostro paese e tutto il territorio siano di nuovo sicuri. Questo con il controllo ancora più assiduo (partito da giugno) da parte della Polizia Locale, che coadiuva le Forze dell’Ordine, e con le azioni politiche a tutti i livelli. Siamo sempre dalla parte del paese e dei diritti dei cittadini. Con certi gesti sconsiderati invece, non solo si passa dalla ragione al torto, ma si rischia che le nostre giuste richieste vengano tacciate di razzismo e rimangano inascoltate. Monastir non è mai stata razzista ed è fatta da persone per bene che chiedono sicurezza e legalità- Per questo motivo invito chi ha compiuto questa stupidaggine ad assumersene la responsabilità e a porvi rimedio: avete commesso una grave ingiustizia, oltre che un reato. Ancor più invito le persone di buon senso a non prestarsi ad azioni punitive che non fanno altro che fomentare odio e violenza. La sicurezza e la legalità non si ottengono con insulti, populismo e violenza. Diamo ancora una volta prova della maturità e dell’onestà del nostro paese, isolando chi, con la scusa di far giustizia, rischia di provocare danni a se stesso e a tutta Monastir e date fiducia a Istituzioni e Forze dell’Ordine”.

L'articolo “A Monastir danneggiate due bici di migranti e qualcuno vuole organizzare ronde punitive: vigliacchi e ignoranti” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.