A Isili aumentano i casi positivi, “circa cento, dalle informazioni che abbiamo” ma, nel paese che qualche settimana fa ha pianto anche la più giovane vittima per Covid dell’Isola, la situazione “è ingestibile”. A dirlo è il sindaco Luca Pilia, che ha già sbarrato tutte le scuole e cimitero, vietato le udienze del giudice di pace e bloccato il mercatino settimanale. Attraverso un messaggio spedito a Casteddu Online, Pilia spiega che “la situazione a Isili è preoccupante. Abbiamo circa un centinaio di casi e i dati, per l’imminente futuro, non sono certo rassicuranti. Una situazione di emergenza che non può essere lasciata alla gestione delle amministrazioni comunali. Nonostante la disponibilità del personale sanitario dell’Ats a livello locale, c’è una disorganizzazione che non aiuta ad affrontare l’emergenza. Le amministrazioni comunali non riescono a mettersi in contatto con i vertici dell’Ats ricevono sempre più spesso comunicazioni con dati non aggiornati o errati. Anche i cittadini positivi in isolamento hanno gravi difficoltà a comunicare con l’Ats: ritardi nel ricevimento degli esiti e delle certificazioni riguardanti i tamponi, mancanza di comunicazioni ai positivi che presentano sintomi, incertezza sulle date di esecuzione dei tamponi”.Pilia bolla la situazione attuale come  “ingestibile . Da ieri, quando la situazione si è ulteriormente aggravata, ho provato a contattare l’Ats diverse volte per adottare misure coordinate e mirate per arginare l’emergenza.  Non ho avuto risposta. Un atteggiamento inconcepibile che potrebbe far degenerare la situazione. Il nostro Comune purtroppo ha già pagato un caro prezzo durante questa emergenza. Vogliamo evitare che si ripetano altre tragedie. Questa critica situazione ha bisogno di un costante monitoraggio da parte dell’azienda sanitaria, con interventi rapidi di mappatura. Ho adottato misure restrittive come la chiusura di scuole di ogni ordine e grado, bloccato le udienze del giudice di pace, vietato il mercato settimanale, chiuso il cimitero, precluso manifestazioni. Serve però il necessario e rapido intervento dell’azienda sanitaria”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.