Lui ha rischiato di morire carbonizzato mentre cercava di riparare i suoi attrezzi dal fuoco e la struttura ha rischiato di esplodere perché al suo interno c’erano una bombola di gas e una di ossigeno. La tragedia è stata sfiorata questa mattina intorno alle 11 a Flumini di Quartu: immediato l’intervento di due squadre del Comando Vigili del Fuoco di Cagliari con un’autopompa, un’autobotte e un’automezzo fuoristrada dotato di modulo antincendio. Prma dell’arrivo dei Vigili del Fuoco, il proprietario nel tentativo di spegnere le fiamme che avevano coinvolto attrezzature varie all’interno, un uomo di 69 anni, colto da malore è stato soccorso dagli operatori VVF e affidato ai sanitari del 118 trasportato in ospedale per accertamenti.

I Vigili del Fuoco hanno spento l’incendio generalizzato all’interno della struttura evitando la propagazione delle fiamme all”area esterna e alla vegetazione circostante mettendo in sicurezza la struttura ormai compromessa a causa di lesioni causate dal vasto rogo. Gli operatori all’interno della struttura hanno poi  localizzato e messo in sicurezza una bombola di GPL e una d’ossigeno. Al termine delle operazioni di spegnimento e di messa in sicurezza, i Vigili del Fuoco hanno avviato gli accertamenti per stabilire le cause. Nessun’altra persona risulta coinvolta.

 

L'articolo A fuoco un deposito a Capitana: 69enne in ospedale, tragedia sfiorata proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.